Sempre più eclettico, Banksy ci impressiona con il suo nuovo hotel

Si trova a Betlemme, contiene 10 stanze e aprirà i battenti il 20 marzo, è questo quello che riporta il noto magazine Focus sull’albergo più chiacchierato del momento: il Walled Off Hotel (in italiano, murato). Si trova a pochi metri dal muro fatto costruire da Israele per separare la città palestinese dai territori di Gerusalemme est, location scelta da Banksy, da sempre sensibile al conflitto israelo-palestinese, probabilmente per la sua vocazione turistica e per la sua vicinanza alla Basilica della Natività, una delle chiese più visitate dai cattolici di tutto il mondo. Betlemme è raramente interessata dai conflitti fra palestinesi e soldati israeliani, quindi relativamente sicura, come dice il British Foreign Office, secondo quanto riportato dal sito ufficiale dell’hotel, per questo i suoi visitatori possono prenotare una stanza a partire dalla modica cifra di 35$ per notte e così ammirare le numerose opere dell’artista che sono contenute nelle stanze. Solo una stanza è arredata da un’altra artista, la canadese Dominique Petrin ma sembrano tutte eccezionali, in particolare la suite, non per nulla la più costosa che è dipinta interamente di rosso e sopra il letto è esposto un quadro con un cuore metallico avvolto da filo spinato e una vasca idromasaggio in finta pietra; in un’altra stanza invece sono dipinti sul muro un palestinese e un soldato israeliano che giocano alla battaglia dei cuscini. La struttura contiene anche  un museo dedicato alla storia del muro, un piano che suona da solo, divani in pelle e non da ultimo le opere di Banksy vandalizzate.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Positive SSL