Carpe diem: non cogliere l’attimo, miglioralo

“Perché viviamo?” è la domanda che è stata fatta questa mattina, in un’intervista lampo, agli studenti dell’Università di Milano Bicocca. Le reazioni alla domanda sono state simili tra di loro: gli intervistati, da un iniziale stupore passavano a uno stato pensoso e concentrato e dopo qualche istante spiegavano le loro riflessioni. La maggior parte dei ventenni pensa che si viva per rendere migliore la propria vita, come riportano queste testimonianze.
“Viviamo per migliorare ogni giorno le nostre vite e le nostre giornate”: Agnes, 20 anni, studentessa.
“Conoscere e scoprire, fare cose nuove per migliorare la società”: Matteo, 21 anni, studente.
Alcuni ragazzi non si sono mai posti la questione, semplicemente vanno avanti senza preoccuparsi del perché, ognuno con le proprie motivazioni personali.
“Viviamo perché siamo qui, ci si alza la mattina per esigenze o per l’incapacità di stare fermi”: Sara, 22 anni, studentessa.
Altri ancora si sono interrogati non solo sulle motivazioni che spingono l’umanità a vivere, ma anche sul perché si è al mondo.
“Esisto per volere di altri, sono vivo per il desiderio dei miei genitori che mi hanno messo al mondo”, sostiene Federico, 20 anni, studente – barista, che continua dicendo: “Viviamo per rendere felici le persone che amiamo. Io vivo e studio per i soldi, non credo che si studi per passare il tempo, tutti hanno un obbiettivo da raggiungere”.
Lo scopo principale della vita sembra quindi essere l’arricchimento, sia che si tratti un miglioramento personale, un progresso per la società o un guadagno economico. Le persone sono alla continua ricerca di qualcosa di nuovo e di migliore. Forse questa ricerca di perfezionamento ha come causa un bisogno prettamente umano: la ricerca della felicità, come lascia intendere Noemi, 21 anni, studentessa: “Le persone vivono per migliorarsi, fare nuove esperienze ed essere felici, si fa quello che crediamo ci porti la felicità”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Positive SSL