Il Caso Agnès Marin

Lo sconvolgente caso è stato trattato in uno speciale de “Faites Entrer l’Accusé”, andato in onda Domenica 2 Aprile in seconda serata su France2.  L’aggressione e l’omicidio dell’adolescente Agnès Marin continua a scandalizzare la Francia intera viste le atrocità inflitte all’asolescente e considerati i precedenti penali del colpevole. E’ stato Matthieu Moulinas, compagno di classe 17enne, a torturarla, violentarla, ucciderla e bruciare il suo corpo. Questa storia orripilante indigna profondamente l’opinione pubblica  visto che “l’imputato aveva già violentato, sotto minaccia di un’arma, un’altra ragazzina. Questo episodio risale all’Agosto 2010, ed è stato poi scagionato dai giudici.“ L’intervento del procuratore Jean-Yves Coquillat, riportato da L’Express tre giorni dopo l’omicidio, suscita costernazione: al momento dell’omicidio, quindi , il giovane uomo era già sotto il controllo giudiziario per il suo primo stupro. “Ma  perché la sua pericolosità è sfuggita ai radar?”, si interroga LeMonde, facendo vacillare la credibilità della giustizia francese. ” Come mai è stato rilasciato così velocemente? Perché non è stato oggetto di una stretta vigilanza, tenendo conto dei suoi precedenti? E soprattutto, come mai è stato reintrodotto in una scuola mista dopo un periodo così breve dal primo stupro? “ . L’Observateur sottolinea il fatto che “negli ultimi tempi, il giovane avesse abbandonato il suo look gotico, i suoi voti erano saliti.. apparentemente, tutto andava bene. Nessuno poteva prevedere ciò che sarebbe successo.” Cinque anni dopo, l’emozione è ancora intatta ed il caso suscita ancora scandalo e ribrezzo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *