M, l’intelligenza artificiale sbarca su Facebook

Si chiama M il nuovo assistente virtuale di Messenger, annunciato da Mark Zuckerberg lo scorso anno e disponibile negli Stati Uniti a partire dallo scorso 6 aprile.

Niente più SIRI, dunque: a nuova frontiera dell’intelligenza artificiale è targata Facebook. Secondo quanto riportato sul blog ufficiale della compagnia, l’assistente leggerà la conversazione e si inserirà nel flusso per agevolare la comunicazione tra gli utenti. Che stiate parlando di prenotare un tavolo al ristorante, di chiamare un taxi o di fare acquisti online, M avrà la soluzione migliore per voi. L’app sarà inoltre in grado di suggerire una gamma di sticker tra i quali scegliere la risposta più adatta al proprio interlocutore e potrà organizzare un incontro sulla base degli impegni delle persone coinvolte nella chat.

Nella versione attuale, il software non prevede l’accesso ai dati di profilazione che Facebook raccoglie dal comportamento online dell’utente e, per svolgere il proprio compito al meglio, si basa unicamente sulle risposte che l’individuo fornisce alle domande di M e alle sue conversazioni precedenti. Poco male, secondo Stan Chudnovsky, responsabile del prodotto di Facebook/Messenger, che individua proprio in questo la forza della nuova applicazione: sebbene la tecnologia del social network già permetta di creare suggerimenti personalizzati sulle preferenze dello user, la caratteristica peculiare di M sta nella sua capacità di riconoscere dei pattern alle quali fornire risposte e imparare, con il passare del tempo, a conoscere lo stile comunicativo degli interlocutori.

M arriverà sugli smartphone di tutto il mondo a breve ma, nel frattempo, potete vedere una breve preview dell’app sul Facebook Newsroom.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *