Nuovi casi di meningite in Italia

Nel giro di pochi giorni si sono manifestati, in diverse regioni, alcuni casi di meningite. Grave è, ad esempio, il caso di una studentessa 21enne dell’Università degli Studi di Salerno; appena scattato l’allarme i numeri telefonici dell’Asl sono stati presi d’assalto da più di 250 telefonate, come riportato da La Città di Salerno, da parte degli studenti che frequentano la stessa università della ragazza. Per questo sono già stati presi provvedimenti per dare il maggior numero di informazioni agli studenti e per cercare di contattare gli studenti e i docenti che hanno trascorso molte ore in aula con la studentessa e anche i servizi di trasporti che utilizzava.

Un altro caso è quello avvenuto a Perugia ad una studentessa belga, in gita scolastica in Italia, anche le sue condizioni vengono definite gravi, ma l’allarme di contagio è minimo perché sono poche le probabilità che abbia contratto la malattia in Umbria, essendo arrivata solo il giorno prima ad Assisi. 80 persone, tra studenti, insegnanti e autisti, sono state sottoposte alle terapie di profilassi e rispedite in Belgio.

Due altri casi sono stati registrati in Lombardia, il primo è quello di un uomo di 41 anni di Milano, le cui condizioni sono stabili, poiché la malattia non è in uno stato avanzato. Nonostante questo sono previste terapie di profilassi per 45 persone. Il secondo caso è quello di un ragazzo 19enne inglese morto a Lodi, era in gita in Emilia Romagna con il proprio gruppo sportivo, sarà l’autopsia che verrà eseguita in questi giorni a stabilire se la causa del decesso sia la meningite.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *