Brand: oltre il semplice logo delle aziende

Il brand è l’identità dell’azienda, ciò che la rappresenta sul mercato, che la rende unica e distinguibile dalla concorrenza. Stamattina ho selezionato ragazzi giovani (tutti tra i 20 e i 25 anni) per fare un’indagine: la prima domanda è “che brand conosci?

La popolazione maschile tende a menzionare aziende nel settore della tecnologia e del cibo, le ragazze nominano principalmente brand di cura della persona. Quello che emerge principalmente, in ogni caso, è che alla parola “brand” sono perlopiù associate le marche di abbigliamento sportivo: Adidas e Nike la fanno da padroni con 1 ragazzo su 2 che nomina uno dei due marchi. Molto gettonati anche i titani della tecnologia come Google ed Apple (1 su 3), accompagnati da Samsung e Nokia, seppur in misura leggermente minore.

Per quanto riguarda le preferenze personali, i negozi di vestiti continuano ad imporsi sul resto: quasi tutti i ragazzi menzionano una marca di abbigliamento come brand preferito, spaziando da H&M, Zara e Primark fino al più costoso Boggi.

Una dignitosa percentuale di intervistati dichiara di apprezzare il brand Netflix (arrivato in Italia di recente) perché apprezza il servizio che offre e che viene utilizzato soprattutto di sera, nel weekend e quando si vuole rilassarsi.

I negozi di abbigliamento con un target giovanile (Tally Weijl, Pimkie) sono preferiti agli altri colossi del settore (OVS, Benetton) perché offrono una gamma di vestiti “di tendenza” ed a basso prezzo, “perché portano sempre capi alla moda del momento”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *