Fazlur Rahman Khan: l’uomo che ha rivoluzionato i grattacieli

Negli Stati Uniti è tra gli hot trends e Google gli ha dedicato il Doodle di oggi, ma chi è Fazlur Rahman Khan?
Nato a Dhaka il 3 aprile 1929 e morto in Arabia Saudita il 27 marzo 1982, Khan era un ingegnere strutturale conosciuto principalmente per aver progettato la Sears Tower di Chicago, anche chiamata Willis Tower.
Oggi sarebbe il suo 88esimo compleanno, quindi molti giornali e Google stesso hanno voluto onorarlo.

Il giornale americano Heavy riporta che la figlia Yasmin Sabina Khan, autrice di un libro sullo stesso Khan, ha dichiarato che il padre era un uomo umanitario, sia nella vita personale sia in quella professionale. La sua ispirazione principale era la convinzione che il suo lavoro avesse un impatto positivo e incoraggiasse altri ingegneri a non perdere di vista lo scopo della loro professione. Quando è stato nominato Construction’s Man of the Year, lui stesso ha spiegato che un uomo tecnico non deve perdersi nella sua tecnologia, ma deve essere in grado di apprezzare la vita, e questa è composta dall’arte, dalle tragedie, dalla musica e soprattutto dalle persone.

La sua innovazione più importante è stato il design strutturale “a tubo” nei grattaceli, ancora oggi utilizzato negli edifici con più di 40 piani. La sua idea era di progettare degli edifici in grado di restare in piedi grazie alla facciata e non per il cemento e l’acciaio al loro interno. Questa tecnica è stata utilizzata per la prima volta sulla torre di Chicago del John Hancock Centre nel 1965.

Insieme all’architetto Bruce Graham, inoltre, ha progettato la Sears Tower: l’edificio più alto del mondo fino al 1998. Questo edificio misura 441,96 metri, se si considera anche l’antenna si arriva a 526,99 metri. Khan ha progettato la torre come una struttura “a fasci di tubi”: l’edificio presenta una serie di tubi collegati tra loro e di differenti lunghezze. Questo rese anche i costi di costruzione molto minori, in quanto non erano utilizzati acciaio e cemento.
All’interno di questa torre è presente una scultura in suo onore commissionata dall’Associazione degli Ingegneri Strutturali dell’Illinois nel 1988 e realizzata dall’artista spagnolo Carlos Marinas.

Secondo la rivista inglese The Sun, inoltre, Khan ha completamente rivoluzionato il modo di progettare i grattacieli. La figlia ha spiegato a Google che il suo lavoro pionieristico nel design dei grattacieli aveva lo scopo di rinnovare la professione del designer, mentre sviluppava nuovi modi di realizzare edifici alti, migliorandone l’efficienza strutturale ed economica.

Dal punto di vista personale, Khan ha avuto un ruolo decisivo nella raccolta fondi per gli abitanti di Bengali durante la Guerra di Liberazione del Bangladesh. Questa ha creato una crisi umanitaria e ad un genocidio: sono morti più di 3 milioni di civili. Khan, quindi, si è prodigato per aiutare il suo paese natale diventando presidente di due associazioni umanitarie. Lui stesso ha dichiarato di sentirsi profondamente turbato dalle tragedie del Bangladesh e di voler fare qualcosa per i suoi connazionali.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *