I brand subliminali

Il business di un’azienda ruota principalmente attorno all’affermazione e riconoscibilità del proprio brand. Oggi abbiamo voluto capire quali sono quelli più conosciuti e quali invece i più apprezzati. Alla domanda “quali brand conosci?”, tutti gli intervistati sembravano spaesati e nella maggior parte dei casi rispondevano “Cosa intendi?”, un atteggiamento che fa pensare che il significato della parola “brand” non sia immediato, nonostante, in un successivo momento, gli intervistati di sesso maschile, elencavano principalmente aziende di tecnologia come apple, samsung, microsoft e di scarpe quali nike, adidas e puma. Le ragazze invece concentravano la risposta attorno al mondo della moda con brand come zara, moschino, rayban e chanel. Alla domanda successiva: “quali brand apprezzi e perché”, la perplessità aumentava, chiedendomi a quale categoria di brand mi riferissi e solo una volta sollecitati a rispondere senza vincoli venivano confermate le tendenze di genere suddivise perlopiù tra tecnologia per i maschi e abbigliamento per le femmine. Siamo costantemente sottoposti a messaggi pubblicitari di milioni di aziende e attraverso i più svariati modi, eppure, riconoscere un “brand” alla luce dell’indagine sembrerebbe richiedere una serie di processi mentali. Può essere questa forse la testimonianza dell’efficacia della persuasione dei messaggi pubblicitari in modo subliminale che sono in grado di farci affezionare ad un brand senza esserne realmente consapevoli?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *